Crepuscolo di un idolo. Smantellare le favole freudiane by Michel Onfray

By Michel Onfray

Michel Onfray, coerente con sé stesso, prende di mira in questo libro una religione che, ancor più dei monoteismi del suo Trattato di ateologia, sembra dover ancora avere vita lunga e felice. Questa religione è los angeles psicoanalisi, e più in particolare il freudismo. L’idea di Onfray è semplice e radicale: Freud ha tentato di costruire una scienza e non vi è riuscito; ha voluto provare che l’inconscio ha le sue leggi, los angeles sua logica intrinseca, può essere studiato mediante protocolli che riteneva scientifici, e tuttavia ha mentito, in line with potersi fregiare degli emblemi della scientificità. Tutto ciò merita una controinchiesta.

Con il rigore e los angeles pazienza di un archivista, Onfray riprende daccapo in mano i testi sacri della nuova Chiesa. E senza timore dello stigma che si sarebbe senz’altro procurato, li mette a confronto con le testimonianze e ne esamina le contraddizioni. Il bilancio è terribile: los angeles psicoanalisi è un’appendice della psicologia, della letteratura, della filosofia, ma non può assolutamente aspirare allo statuto di scienza «dura».

Show description

Read Online or Download Crepuscolo di un idolo. Smantellare le favole freudiane PDF

Best philosophy: critical thinking books

Critical Notes on Plato's Politeia (Mnemosyne, Bibliotheca Classica Batava Supplementum)

This quantity is meant to accompany the hot Oxford variation of Plato's Republic, released in 2003. it's in response to a chain of ten articles in Mnemosyne, relationship from 1988 to 2003. It comprises discussions of textual difficulties of assorted forms. a lot awareness is paid to Plato's use of debris, to the moods and tenses of the verb, and to pragmatics and elegance.

Modern Criticism and Theory: A Reader (2nd Edition)

'In our period, feedback isn't simply a library of secondary aids to the knowledge and appreciation of literary texts, but in addition a speedily increasing physique of data in its personal correct. ' (David Lodge)This new version of David Lodge's sleek feedback and thought is totally revised and increased to take account of the advancements of theoretical and normal curiosity in modern literary feedback because book of the 1st version in 1988.

Rightist Multiculturalism: Core Lessons on the Politics of Neoconservative School Reform (Critical Social Thought)

For almost twenty years, E. D. Hirsch’s publication Cultural Literacy has provoked debate over whose wisdom might be taught in faculties, embodying the tradition wars in schooling. firstly constructed to mediate opposed to the multicultural "threat," his academic imaginative and prescient encouraged the center wisdom curriculum, which has garnered large help from an array of groups, together with commonly marginalized teams.

Robespierre: Une politique de la philosophie

En 1990, un an après le bicentenaire de 1789 où fut consacrée l’idée d’une "dérive" totalitaire de los angeles Révolution française dont Robespierre serait le grand responsable, Georges Labica publiait aux PUF ce court docket essai pour souligner l. a. "dignité philosophique" de celui qu’on surnommait l’ "incorruptible".

Extra info for Crepuscolo di un idolo. Smantellare le favole freudiane

Example text

Non distruggere Freud, né superarlo, né invalidarlo, né giudicarlo, né disprezzarlo, né ridicolizzarlo, ma comprendere che la sua disciplina fu anzitutto una avventura esistenziale autobiografica, strettamente personale: un’unica modalità d’impiego, una formula ontologica per vivere con i numerosi tormenti del suo essere. La psicoanalisi, e questa è la tesi del presente libro, è una disciplina giusta e vera fintanto che riguarda Freud e nessun altro. I concetti dell’immensa saga freudiana gli servono anzitutto per pensare la propria vita, e mettere ordine nella sua esistenza: la criptomnesia, l’autoanalisi, l’interpretazione del sogno, l’indagine psicopatologica, il complesso di Edipo, il romanzo familiare, il ricordo-schermo, l’orda primordiale, l’uccisione del padre, l’etiologia sessuale delle nevrosi, la sublimazione costituiscono, tra molti altri, altrettanti momenti teorici direttamente autobiografici.

Ma leggere Freud non lasciava la scelta di essere o di non essere freudiani, perché la psicoanalisi sembrava una certezza universale e definitiva. Essa aveva rappresentato un progresso decisivo di natura scientifica, perché, così come oggi nessuno dubita dell’eliocentrismo, la psicoanalisi non veniva presentata come l’ipotesi di un uomo, o come la finzione di un filosofo, ma come un bene comune, una verità di ordine generale. La psicoanalisi era considerata una scoperta, come nel caso dell’America con Cristoforo Colombo: la disciplina rendeva conto della totalità del mondo, in ogni minimo dettaglio, in più essa era anche una terapia che curava e addirittura guariva – come diceva e scriveva Freud, nonché i suoi discepoli assieme a tanti altri autori seri!

FREUD, lettera a Martha Bernays, 18 maggio 1896 La psicoanalisi è diventata il contenuto essenziale della mia esistenza. S. FREUD, Autobiografia (X, 138) Bisogna diffidare dei filosofi che organizzano la propria posterità, si tengono alla larga dai biografi, di cui temono le ricerche, e perciò le prevedono e le preparano, mobilitando i propri scagnozzi per porre le basi di una narrazione agiografica, distruggendo la corrispondenza, cancellando le tracce, bruciando carte, per scrivere da vivi una leggenda pensando che basterà ad accontentare i curiosi, si circondano di una guardia ravvicinata fatta di discepoli utili per pubblicare, stampare e diffondere le immaginette sacre disegnate grazie al loro impegno, scrivono una autobiografia sapendo assai bene che il cono di luce che essi proiettano qui dispensa dall’andare a vedere laggiù nell’ombra, dove il nodo di vipere esistenziale fruscia quasi in silenzio.

Download PDF sample

Rated 4.62 of 5 – based on 40 votes